Decreto uno contro zero: sai come smaltire i RAEE?

Decreto uno contro zero: sai come smaltire i RAEE?

12 luglio 2018 0 Di giada

Il decreto “uno contro zero” è entrato in vigore nel luglio 2016, ma ad oggi oltre il 70% degli italiani ancora non lo conosce. Lo smaltimento dei RAEE è sicuramente una delle questioni più importanti degli ultimi anni, visto e considerato il notevole incremento dell’utilizzo dei prodotti elettronici ed elettrici.

Condizioni

Il testo ha introdotto numerose semplificazioni in termini di ritiro, deposito e trasporto gratuito dei RAEE, ovvero i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche di piccole dimensioni. L'”uno contro zero” è applicato ai negozi con superficie di vendita AEE di minimo 400 metri quadrati. E senza obbligo di acquisto di apparecchiature equivalenti – condizione posta dal precedente “uno contro uno”.

Il decreto e gli italiani

L’analisi effettuata da Friendz per Ecodom (principale Consorzio italiano per la gestione dei RAEE) mostra come la maggior parte dei cittadini sia del tutto disinformata rispetto a queste possibilità di smaltimento gratuito di rifiuti speciali. In realtà un piccolo miglioramento c’è stato: nel 2017 infatti,  l’indagine aveva mostrato una disinformazione ancora più ampia, per cui solo 17 italiani su 100 erano a conoscenza del decreto e delle sue possibilità.

Disinformazione

In realtà, anche i grandi negozi hanno obblighi in termini di informazione e attuazione del decreto. L’applicazione del decreto è obbligatoria – come abbiamo già detto – per i negozi che superino i 400 mq di superificie di vendita; non è obbligatoria, ma possibile, per i attività con metratura inferiore. Questo però dovrebbe richiedere l’apposizione di cartelli e di specifici cassettoni per lo smaltimento autonomo dei rifiuti, cosa che ancora nella maggior parte dei negozi non avviene.

Smaltimento RAEE

Questo servizio tutela i privati cittadini, permettendo loro uno smaltimento adeguato dei piccoli rifiuti elettronici. E per le grandi aziende? Va da sé che aziende di media o grande entità non hanno la possibilità di rifarsi a queste tipologie di negozi. In questo senso, diventa importante trovare un’azienda che si occupi di smaltimento rifiuti elettronici raee Brescia che sia un punto di riferimento per un riciclo consapevole e nel rispetto dell’ambiente.